• Lun. Lug 22nd, 2024

Cronaca e tabellino Supergiovane Castelbuono-Mazara 2-3

Gen 30, 2024

Mazara corsaro sul campo della Supergiovane Castelbuono. I canarini si impongono per 2-3 al ‘Failla’, conquistano tre punti pesanti e si rilanciano in ottica salvezza. Di seguito la cronaca del match e il tabellino:

Primo tempo: Prima occasione per il Mazara, sugli sviluppi di un corner Risoleo prova il destro che finisce sul fondo. Al 5’, madoniti in vantaggio: calcio d’angolo, Pennisi colpisce di testa e batte Venè. A smorzare la pressione dei padroni di casa è Alcacer, il cui tiro da fuori termina alto. Gialloneri nuovamente pericolosi con Diallo, il cui tentativo è impreciso. Al 19’, percussione centrale di Diaby che prova il sinistro da fuori, si oppone Fagone. Tre minuti dopo, Castelbuono vicino al bis: Altieri scambia con Torres e poi non riesce a concludere a tu per tu col portiere. Al 27’, Martel Espino vede Fagone fuori dai pali, ma il portiere recupera la posizione e si oppone. Subito dopo, Diallo si invola verso la porta, decisivo Risoleo a ribattere in corner. Al 37’ iniziativa di Kasabala che mette in mezzo, Arenoso allontana a ridosso della linea. Due minuti dopo, il Mazara trova il pari: punizione dal limite di Ciancimino, pennellata che si insacca sul primo palo, 1-1. Poco dopo, tentativo di Alcacer da fuori, blocca in tuffo Fagone. Dopo 1’ di recupero si va al riposo sull’1-1.

Secondo tempo: Nessun cambio in avvio di ripresa, subito occasione per i canarini con Diaby che conclude, il tiro viene sporcato e Alassia non arriva a deviare. Castelbuono pericolosissimo in area gialloblù con Diallo e Franchelli, respinge la difesa canarina. Proteste dei locali al 56’, contatto in area tra Sfar e Torres ma l’arbitro non ha dubbi, simulazione. Due minuti dopo, il Mazara la ribalta: Gomes Nobre scappa sulla destra e mette in mezzo, colpo di testa di Martel Espino che si insacca. Gialloneri che provano a reagire con Diallo che però non inquadra la porta. Canarini ancora pericolosi su corner, Kasabala prova la girata ma la difesa di casa allontana. Al 67’ il neo entrato Pardo prova il mancino da fuori, palla sul fondo. Tre minuti dopo, il Mazara sciupa una ripartenza clamorosa in superiorità, ma sull’angolo che ne consegue Kasabala stacca di testa e fa tris. Castelbuono che prova a reagire, all’80’ Torres ci prova da fuori e Venè in tuffo si oppone. Poco dopo, Arenoso mette in mezzo per Pardo, il cui colpo di testa è bloccato dal portiere canarino. All’87’, il Castelbuono accorcia: batti e ribatti in area, poi Pardo col sinistro batte Venè. Subito dopo il Mazara potrebbe chiuderla, Pongo scappa sulla destra e mette in mezzo, chiude in corner la difesa locale. Forcing madonita, Torres scappa a sinistra e conclude, blocca Venè. Al 97’ calcio di punizione per la Supergiovane, va a saltare anche Fagone, colpisce Garofalo e Venè salva il risultato.

Il tabellino
Supergiovane Castelbuono: Fagone, Suarez, Grandis, Jantus, Garofalo, Pennisi, Arenoso, Russo (52’ Franchelli), Torres, Altieri (52’ Belecco), Diallo (65’ Pardo). A disp.: Mammano, Mazzola, Palma, Di Bartolo, Pappalardo. All. Bognanni.

Mazara: Venè, Sfar, Gomes, Alcacer (70’ Foglia), Risoleo, Ciancimino, Alassia (79’ Pongo), Diaby (77’ Peterson), Kasabala (76’ Ndiaye), Martel Espino (90’ Bojang), Gomes Nobre. A disp.: Giacalone, Novara, Kabalo, Benivegna. All. Marino.

Arbitro: Yari Lauria della sezione di Agrigento
Assistenti: Salvatore Debole (Catania) e Nicola Conticello (Palermo)

Marcatori: 5’ Pennisi, 39’ Ciancimino, 58’ Martel Espino, 70’ Kasabala, 87’ Pardo

Note: Ammoniti: Diallo (SC), Risoleo (M), Martel Espino (M), Pennisi (SC), Venè (M), Fagone (SC), Pongo (M). Recupero: pt 1’, st 7’.