SOSJ
neutro1b
 .     .{slider Slider Title 

 

Quando la vela unisce due popoli

rappresentato dal presidente Alì Mourali. L’occasione della sottoscrizione ufficiale del gemellaggio è avvenuta a seguito della “I regata dell’Amicizia-Trofeo Terramare”, organizzata dal Circolo mazarese con il patrocinio del Comune di Mazara del Vallo e della Provincia di Trapani. La regata, storica in quanto rappresenta la prima manifestazione velica dopo la rivoluzione che ha portato alla fine della “monarchia”  di Ben Alì, è stata vinta dall’imbarcazione “I am Bad”, scafo a vela progettato dallo studio palermitano “Albeggiani & Inzerillo”. Al suo varo lo yacht condotto dallo skipper-armatore Giovanni Calandrino ha staccato il via il 2 giugno dalla boa antistante il lungomare di Mazara alle ore 12.29’.45’’ per presentarsi, dopo aver percorso 116 miglia marine, alle ore 2.48’.15’’ (ora di Tunisi) del 3 giugno nel porto turistico di Sidi Bou Said. Alle spalle del Bad37 sono arrivati in successione le imbarcazioni “Marie Danielle II” (imbarcazione tunisina dello skipper Abdelkarim Derouiche), “Trentotto d’oro” (skipper Peppe Calandrino) e “Niño” (skipper Alberto Prandi); quest’ultime due imbarcazioni anch’esse del Circolo Velico Mazara Joshua. Gli equipaggi siciliani sono stati ospitati presso il Club Nautique di Sidi Bou Said. Nel corso della manifestazione, grazie all’arte culinaria del bravo chef mazarese Valentino Gualberti, i soci del circolo tunisino hanno potuto degustare prodotti tipici della gastronomia siciliana, attraverso un evento organizzato dalla dott.ssa Assunta Carlino, responsabile relazione estere del Circolo Joshua. “Il gemellaggio fra i nostri circoli è stato fortemente voluto sia da me che dal presidente Calandrino –ha spiegato Mohamed Ben Cheick, responsabile relazioni estere del Club Nautique- Spero che questa regata diventi un appuntamento istituzionale, fisso ed annuale, essa ha rappresento un’occasione di scambio fra la Tunisia e la Sicilia. Fra l’altro io stesso –ha aggiunto- produco un vino bianco che è il frutto di una cooperazione con una grande casa vitivinicola siciliana, la Calatrasi della famiglia Miccichè, grazie all’unione del know-how siciliano e delle risorse della terra tunisina. La nuova Tunisia –ha sottolineato Ben Cheick- si sta avviando verso la democrazia totale, verso la libertà di pensiero e di vita. Dobbiamo mostrare ai nostri amici italiani le grandi possibilità sia di investimento, di vacanza, di cultura; si faranno passi da gigante nei nostri rapporti. Siamo a meno di un’ora dall’Italia. Si può venire qui e cambiare stile di vita. Sono molto contento di questa prima iniziativa”. Nel pomeriggio del 4 giugno, i tre yacht mazaresi sono stati inoltre impegnati, nella “Carthage Cup”, una regata svoltasi nel Golfo di Tunisi e che ha visto alla fine trionfare “Niño”. Secondi e terzi sono arrivatati “Tentrotto D’oro” ed “I am Bad”. I partecipanti delle due manifestazioni sono stati premiati dall’ambasciatore d’Italia a Tunisia, Piero Benassi, dall’assessore provinciale Doriana Licata e dal sindaco di Sidi Bou Said, Amor Ben Alì. “Nel 2011 questa regata –ha dichiarato l’Ambasciatore Benassi- assume un valore ancora più importante e segna il ritorno alla normalità che noi tutti auspichiamo, una normalità caratterizzata dalla crescita, di maggiori rapporti economici dopo un momento straordinario nel quale il popolo tunisino ha fatto una rivoluzione che ha rappresentato l’inizio della primavera araba. E’ la Tunisia di sempre, affascinante da tutti i punti di vista. Durante la rivoluzione vi è stata una legittima preoccupazione ma adesso tutto è tornato alla normalità e quindi gli italiani, e non solo, possono ritornare in vacanza in Tunisia”. Molto soddisfatta per la riuscita della manifestazione l’Assessore provinciale Licata: “Siciliani e tunisini sono due popoli molto vicini. La vela è stata un volano e la Provincia di Trapani si è fatta promotrice di questa occasione di scambio anche attraverso la degustazione di alcuni nostri prodotti gastronomici. Sono stata piacevolmente sorpresa dalla vitalità di questo popolo e dal loro ottimismo sul futuro; credo che questo sia l’inizio di una partnership fra la Provincia di Trapani e la Tunisia”.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Comments:

-

Copyright © 2013 TeleIBS | Editore: IBS s.r.l. - Via Val di Mazara 124, Mazara del Vallo (TP)

Testata registrata al Registro del Tribunale di Marsala n. 189 del 12.07.2010

Sul web il nuovo numero de L'Opinione Quindicinale

O

p

e

n