Nella giornata mondiale delle zone umide il WWF a Petrosino

WWF PetrosinoPETROSINO - Grande mattinata domenicale con il WWF a Petrosino, in occasione della Giornata mondiale delle Zone umide, che ricade il 2 febbraio. Se c’erano in questa passeggiata i Petrosinesi e le Istituzioni era ancora meglio.   Peccato che per Petrosino-Marsala c'ero solo io, iscritto al WWF nel lontano 1996.Gli altri partecipanti erano di Mazara del Vallo. Ho potuto conoscere i rappresentanti locali del WWF: Vincenzo Reina, Filippo Marino, Miki Parrinello. Conoscevo Nino Castelli, che in questa escursione ha descritto e commentato i luoghi visitati e con cui ho dialogato e fatto un selfie.  La prima visita è stata la “Zona umida”, con la presenza di due fenicotteri in acqua, confinante con l’impianto di acquacoltura. Poi a piedi abbiamo visitato la “Zona umida” di Torrazza. Ammirata questa zona ci siamo diretti verso la “Zona umida” di Sibiliana. Qui abbiamo visto le condizioni penose della “Casa dell’Acqua (idrovora) e della “Torre Sibiliana” con rischio di vederli crollare. Dopo avere ammirato le piante naturali di quest’ area, abbiamo visitato la “Torre Sibiliana”, in un ambiente di case quasi diroccate e di distruzione.  Per la conservazione delle “Zone umide” nel 1971 si fece la Convenzione Ramsar, sulla carta. Queste aree servono ai fenicotteri a a tanti altri tipi di uccelli migratori. Utilizzando la battuta di Ficarra a Striscia:” Se ne fottono!”.   Spero di partecipare in tante altre iniziative del WWF che sono rilassanti per la mente e utili per il mondo vegetale e animale. Noi siamo ambientalisti con la tessera WWF, ma anche non tesserati devono diventare ambientalisti se vogliamo conservare quanto abbiamo ereditato dai nostri padri. Piero Angela ieri sera a ““Che tempo che fa” disse:” La scienza è conoscenza, la tecnologia che si serve della scienza, alle volte porta danni a questo vituperato Pianeta Terra e a chi vi abita”. Speriamo di avere al più presto la pagina Facebook per Petrosino-Marsala del WWF. Ho inoltrato formale richiesta alla direzione regionale e nazionale del WWF.