Mazara del Vallo Tonnarella

Categoria: Cultura e Sociale
Creato Mercoledì, 15 Giugno 2011 12:50
Scritto da Vincenzo Marzano
Visite: 933

durante i quali è stato perpetrato uno scempio ambientale di enorme gravità. Nessuno si è preoccupato di preservare un ecosistema di grande importanza, oggi potremmo avere le dune di sabbia ma al loro posto ci sono cassonetti e fabbricati abusivi. Da due anni nessuno spazza la strada, l’amministrazione fa finta di manifestare il proprio interesse ma non è in grado di inaugurare una tanto attesa nuova estate, presentando una spiaggia decorosa. Cumuli di spazzatura, cani randagi zecche, topi, erbacce e disordine regnano sovrani. Non c’è realtà turistica al mondo che non programmi per tempo gli interventi dovuti gratificando cittadini e attività commerciali che danno reddito a loro ed al relativo indotto. Una pulisci spiaggia moderna e costosa tenuta ferma o usata per pulire il lungomare di città, spiegatela ai 20.000 mazaresi che affollano tonnarella, una tonnarella triste, buia, sporca e senza parcheggi ma soprattutto senza speranza con questa amministrazione assente. Oggi i 12 stabilimenti balneari aperti erano pieni di turisti forse mazaresi, ma la piaggia era piena di poseidonia e di palle di mare, mentre le spiagge libere erano piene di bottiglie di plastica di vetro, carta, legname portata dal mare. La strada piena di erbacce, cassonetti pieni, mancavano i cassonetti della differenziata, WC chimici, bidoni per la raccolta della differenziata sulle spiagge libere, molta della sabbia era a ridosso della strada e sui muretti della carreggiata nonché dentro alcuni recinti e terreni.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Comments:

Download SocComments v1.3